Un nuovo sostegno per il tessuto produttivo nazionale delle PMI. Introdotto in extremis, nel decreto crescita pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n°100 dello scorso 30 Aprile 2019, il nuovo incentivo rivolto alle PMI sostiene le aziende che vogliono portare i propri prodotti all’estero.

L’agevolazione introdotta dal DL 34/2019 ha infatti la finalità di migliorare il livello e la qualità di internazionalizzazione delle PMI italiane.

L’incentivo – come si evince dalla nota diffusa dallo studio commerciale di Cagliari Cadau&Associati – è rivolto alle imprese esistenti alla data del 1° gennaio 2019 ed è riconosciuto, per il periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore del decreto, attraverso la modalità del credito d’imposta.

 

PMI Aldo Cadau Studio Commerciale Cagliari



Il sostegno rivolto alle PMI è attribuito nella misura del 30% delle spese sostenute per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore. Il credito d’imposta può essere riconosciuto fino ad un limite massimo di 60.000 euro per le spese che riguardano:

  •  affitto di spazi espositivi,
  •  allestimento degli spazi medesimi,
  •  attività di pubblicità, promozione e comunicazione connesse alla partecipazione.


Entro il 29 giugno dovrà essere emanato un apposito decreto attuativo, da parte del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, che chiarisca:

  •  le tipologie di spesa,
  •  le procedure per l’ammissione al beneficio,
  •  l’elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui è ammesso il credito d’imposta,
  •  le procedure di recupero in caso di utilizzo illegittimo del credito stesso.

Il credito d’imposta sarà infine riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo pari a 5 milioni per l’anno 2020.